imp2.jpg

Note Biografiche e curricula dei relatori

Nazareno Morarelli é nato a Perugia nel 1942, si é occupato di Onoranze funebri ed in merito é stato definito imprenditore “pioniere”, essendosi distinto per la particolarità del suo impegno morale e civile nell'espletare la sua attività lavorativa. Per questo ha avuto l'onorificenza di Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Socio fondatore ed ideatore dell'Associazione per la Cremazione di Perugia nel 1989, detiene la carica di Presidente della stessa dal 2010.

Giovanni Pollini é nato nel I947 a Ravenna e vive a Torino. Opera da oltre quindici anni nella Società per la Cremazione di Torino, inizialmente con l’incarico di Tesoriere e dal luglio 2013 in qualità di Presidente. Molto impegnato sul fionte cremazionista nazionale, ricopre da anni la carica di Tesoriere della Federazione Italiana per la Cremazione (F.I.C) e attualmente é al suo terzo mandato. E vice Presidente della Fondazione Ariodante Fabretti ONLUS, istituzione culturale che si occupa di problematiche tanatologiche.

Valerio Meattini e nato a Scansano (GR) nel 1950. Si é laureato in Filosofia e storia a Pisa. Ha poi studiato a Napoli, Torino e Heidelberg. Insegna all’Università degli studi di Bari “Filosofia teoretica” e “Filosofia della mente”. La sua ricerca teoretica si é rivolta inizialmente ai temi dell’idealismo e del realismo come versioni del mondo che possono essere fatte coagire per sviluppare un “discorso di procedure di verità”; poi alle possibilità e modalità del trascendentale e dell’esperienza, del logos e del dialogo e di un’ontologia del capire. Ha in seguito indagato alcune modalità dello scetticismo e ne ha proposto una versione in cui resta centrale una concezione della verità come ‘misura’ della stessa proposta scettica. In filosofia morale ha elaborato una teoria sulla genesi del valore e della scelta morale in ragione dell’irreversibilità delle nostre azioni e proposto una nuova interpretazione dell’opposizione, ormai classica, tra questioni di fatto e questioni di valore. Nella ricerca storica ha portato contributi all’interpretazione di Platone, Piero Martinetti e Giuseppe Rensi, Benedetto Croce, Berkeley, Cartesio e Spinoza, Kant. E stato collaboratore della rivista “Nuova Civiltà delle Macchine”, edita dalla RAI. Collabora con bimensile “La Civetta”, foglio del “Circolo degli Inquieti”. E nel comitato scientifico della “Rivista internazionale di filosofia e psicologia”. RAI. Collabora con bimensile “La Civetta”, foglio del “Circolo degli Inquieti”. E nel comitato scientifico della “Rivista internazionale di filosofia e psicologia”.

Gianluca D’Elia é nato a Bologna nel 1977 e si é laureto in Lettere Classiche nel 2001 presso l’Università degli Studi di Bologna. Diplomato Specialista in Conservazione e Restauro del Beni librari e documentali di Spoleto nel 2007, e in Archivistica, Paleografia e Diplomatica presso l’Archivio di Stato di Perugia nel 2008, svolge attività di riordino e studio in particolare sugli archivi di biblioteche ed archivi privati. Attualmente é archivista libero professionista distaccato presso la Biblioteca Comunale Augusta di Perugia e Ispettore archivistico onorario. E autore del volume “Storia della Cremazione a Perugia : 1884-2005” stampato nel 2005 in occasione dell’inaugurazione della Sala del Commiato del Cimitero Monumentale di Perugia